"Non riesco a capire perchè le persone siano spaventate dalle nuove idee. A me spaventano quelle vecchie"

John Cage

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novità via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

WhatsApp

Tel +39 045 21030899
Webmail
Fax +39 045 21090404

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: A4000051165-LB

ENGLISH SPEAKING




Il tamponatore è presuntivamente colpevole

Materia: Sentenze - Fonte: Diritto e Giustizia - 29.06.2012
Condividi su Facebook

Abstract: Mio commento per Diritto e Giustizia alla sentenza Cass. 10719/12



Secondo il disposto dell'art. 149, c. 1, Codice della strada, il conducente deve essere in grado di garantire in ogni caso l'arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni con il veicolo che precede. A carico del tamponante viene posta una presunzione de facto di inosservanza della distanza di sicurezza, cui consegue ineluttabilmente l'inapplicabilità della previsione di pari responsabilità contenuta nell’art. 2054 c.c.. Ciò implica che sarà onere del tamponante provare il proprio esonero di responsabilità: ove non sia in grado di farlo, ne conseguirà l'affermazione di esclusiva responsabilità.

 

Così si esprime la sentenza n. 10719/12, depositata il 27 giugno dalla Cassazione Civile. Il caso. Sia il Giudice di Pace che il successivo Tribunale quale giudice di appello hanno statuito la concorrente e pari responsabilità... 

 

Il testo prosegue QUI.