"Qualcuno ha descritto un cavillo come una questione di principio che abbiamo dimenticato"

Elwyn Jones

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novitÓ via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404
Skype: RenatoSavoia

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: BZ7017152F

ENGLISH SPEAKING




Come fare la patente internazionale

Materia: Patente internazionale - Fonte: Renato Savoia - 19.05.2016
Condividi su Facebook

Abstract: Guida (molto) pratica, aggiornata il 19/05/2016



http://www.autoscuolasantamaria.com/admin/public/servizio/c51a529bede6801b27aa22d65702c074/foto/foto_1.jpg 

In previsione dell'estate, può tornare utile una mini-guida pratica sulla cd. patente internazionale (più correttamente: "Permesso internazionale di guida").

 

Diciamo subito che se la destinazione è un paese dell’Unione Europea si può guidare con la patente rilasciata in Italia. Quindi buon viaggio (e tralasciate pure la lettura).

 

Poniamo invece che la destinazione sia un paese extra UE. Ecco, in questo caso occorre munirsi del Permesso internazionale di guida (la c.d. Patente internazionale). Sul sito del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti come alternativa viene indicata quella di fare una una traduzione giurata della propria patente nella lingua del Paese che si intende visitare, ma questa alternativa, peraltro, è meno economica rispetto al rilascio della Patente internazionale.

 

Certo, a questo punto uno può rivolgersi ad una delle agenzie abilitate, che faranno tutto il "lavoro sporco" (e di cosa si tratta lo vedremo a breve) a fronte della corresponsione di una tariffa: ad ognuno la scelta se valga la pena di affidarsi ad una agenzia, o farlo in proprio, recandosi presso la Motorizzazione.

 

Io ho scelto (ed è la terza volta) la seconda strada. Anche perchè, altrimenti, come avrei fatto a raccontarlo? :-)

 

Dunque: anzitutto occorre sapere che esistono due "versioni" della patente internazionale:

 

a) il modello "Convenzione di Ginevra 1949", che ha validità di 1 anno;

 

b) il modello "Convenzione di Vienna 1968", che ha validità di 3 anni.

 

Ambedue sempre, peraltro, nei limiti di validità della patente italiana posseduta (cioè se la patente italiana ha una validità residua di 2 anni, se si richiede il modello "Convenzione di Vienna" in questo caso avrà comunque validità 2 anni, e non tre).

 

 

Siccome alcuni paesi accettano entrambi i modelli mentre altri solo uno, è consigliabile informarsi su quale modello sia riconosciuto nel paese dove si vuole andare (le informazioni si trovano su www.viaggiaresicuri.it).

 

 

Bene, a questo punto che cosa occorre:

 

1) una marca da bollo da € 16,00;

 

2) due fototessere, di cui una legalizzata (la foto legalizzata è necessaria solo se si va in un'agenzia o se in Motorizzazione va un delegato. Se invece va in Motorizzazione la persona interessata non occorre. Per legalizzarla si può andare presso gli uffici dell'anagrafe comunale - costo € 0,26);

 

3) una fotocopia integrale della patente nonchè la patente in originale che deve essere esibita allo sportello della motorizzazione;

 

4) due pagamenti su conti correnti postali e rispettivamente di € 10,20 sul c/c 9001 intestato a “Dipartimento Trasporti Terrestri”- Diritti - Roma e attestazione di versamento di € 16,00 sul c/c 4028 intestato a “Dipartimento Trasporti Terrestri”- Imposta di bollo- Roma (in posta si trovano i bollettini prestampati);

 

5) la domanda in duplice copia su modello TT 746 (che potete compilare al momento oppure, se volete essere diligentissimi potete scaricare QUI).

 

Con tutto questo, siete pronti per mettervi in coda alla Motorizzazione.

 

Quando sarà il vostro turno, vi darà una specie di libretto grigio su cui scriverete i vostri dati e che firmerete. Consegnerete tutto l'elenco di cui sopra e vi verrà dato appuntamento dopo qualche giorno (qui a Verona 3 giorni dopo) per il ritiro. Se poi siete molto fortunati ve la daranno al momento (ehm...).