" Ogni minuto che passi arrabbiato perdi 60 secondi di felicitÓ"

Albert Einstein

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novitÓ via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404
Skype: RenatoSavoia

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: BZ7017152F

ENGLISH SPEAKING




In caso di denuncia di errores in procedendo la Cassazione Ŕ giudice anche del fatto (processuale)

Materia: Cassazione - Fonte: Lanuovagiustiziacivile.com - 05.12.2013
Condividi su Facebook

Abstract: Mio commento a Cass. 26223/13



Massima: se viene denunciata la nullità del procedimento o della sentenza e in particolare per la pretesa nullità dell’atto introduttivo per indeterminatezza del petitum o della causa petendi il giudice di legittimità è tenuto a esaminare direttamente gli atti e i documenti sui quali si fonda il ricorso, a condizione che  il ricorrente abbia rispettato le regole fissate dal codice per ciò che riguarda la censura proposta.

 

* * *

 

La vicenda da cui trae origine la sentenza in commento è di quelle per cui si può a buon diritto parlare di “malasanità”. Si parla, infatti, di una garza laparotomica “dimenticata” nell’addome durante un intervento di colicestomia e rinvenuta (dopo lunghi periodi di degenza e ricoveri ospedalieri) dopo diciotto anni nell’addome.

 

Ma non è l’oggetto della contesa il motivo di interesse della sentenza della Terza Sezione. Infatti gli Ermellini si soffermano piuttosto su un aspetto processuale, ovvero il preteso error in procedendo  della corte d’Appello che non avrebbe rilevato l’indeterminatezza e l’aspecificità dei rilievi formulati nell’atto di citazione d’appello.

 

Il pezzo continua QUI.