"Non riesco a capire perchč le persone siano spaventate dalle nuove idee. A me spaventano quelle vecchie"

John Cage

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novitā via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: BZ7017152F

ENGLISH SPEAKING




Per il momento stralciata la riforma RCA (ma subito la lobby assicurativa č pronta con il disegno di legge)

Materia: Attualitā - - 05.02.2014
Condividi su Facebook

Abstract: Troppo indecente?



Aggiornamento del 6/02/14.

 

Non c'è niente da fare: non è questione di destra o sinistra, maggioranza o opposizione, la lobby assicurativa ha amici ovunque, e solerti come non mai.

 

Solo ieri era giunta notizia dello stralcio dell'art.8 del "destinazione Italia" e... pam! Il giorno dopo la lobby come nulla fosse trova subito chi per lei confeziona un disegno di legge dall'identico contenuto.

 

Non contenta, tramite i suoi (della lobby assicurativa, s'intende) parlamentari si mette a rilascaire interviste ai qauttro venti sulla bontà delle norme.

 

Quando si dice: senza vergogna!

 

Deve essere molto chiaro, le norme sono SOLO a vantaggio delle compagnie assicurative!

 

Certo che se i deputati fossero così solerti in tutto (ad esempio: taglio dei parlamentari, abolizione delle province, eccetera) questo paese sarebbe un orologio.

 

E invece avanti così, a legiferare per gli amici, e al massimo gli amici degli amici.

 

Io più di dirlo e informare non posso fare: a ognuno dei miei venitcinque lettori il compito di farsi portavoce di questa battaglia di civiltà.

 

* * *

 

E' notizia appena giunta quella dello stralcio dell'art. 8 del cd. Decreto Destinazione Italia.

 

Quindi niente decadenza dopo tre mesi, niente divieto di cessione del credito, niente di tutte quella serie di norme orripilanti evidentemete dettate dalla lobby assicurativa.

 

Per il momento i danneggiati possono tirare un sospiro di solievo, ma c'è da vigilare: il pericolo, infatti, è che calmata la buriana si inseriscano le norme pro-compagnie in qualche altro provvediemtno e che passi nel silenzio generale.

 

Teniamo gli occhi aperti!

 

Ecco come è appparsa la notizia su Il Fatto Quotidiano e il Corriere.