"Solo sul vocabolario la parola 'successo' viene prima della parola 'sudore'"

Anonimo

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novitÓ via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: BZ7017152F

ENGLISH SPEAKING




La responsabilitÓ aquiliana del gestore degli impianti sciistici per la condotta altrui sussiste solo se aveva ignorato le segnalazioni

Materia: Cassazione - Fonte: Diritto & Giustizia - 23.10.2014
Condividi su Facebook

Abstract: Mio commento a Cass. 22344/14, pubblicata il 22 ottobre 2014



La responsabilità contrattuale del gestore non può essere estesa a tal punto da comprendere i danni causati a terzi dalla condotta non appropriata di alcuni utenti. D'altra parte, per affermare la responsabilità extracontrattuale del gestore stesso occorre la prova dell'omissione colpevole della segnalazione, effettuata da terzi, della condotta pericolosa, antecedentemente allo scontro.

 

Lo ha stabilito la Terza Sezione della Corte di Cassazione con la sentenza n. 22344, depositata il 22 ottobre 2014.

 

La vicenda.

 

Una sciatrice rimasta gravemente lesa (postumi invalidanti nella misura dell'85-90% e perdita totale della...  (il pezzo prosegue su DirittoGiustizia)