"Solo sul vocabolario la parola 'successo' viene prima della parola 'sudore'"

Anonimo

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novitÓ via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404
Skype: RenatoSavoia

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
Generali: 313008673

ENGLISH SPEAKING




Personalizzazione del danno o duplicazione risarcitoria: a never ending story

Materia: Sentenze - Fonte: Diritto e Giustizia - 22.09.2017
Condividi su Facebook

Abstract: Di nuova la Cassazione torna sull'argomento



 

Continua (e forse non si fermerà mai, vien da pensare) l'eterna diatriba tra necessità di personalizzare il danno e (contemporaneamente) di evitare duplicazioni risarcitorie.

Questa volta a tornare in argomento è stata la Terza Sezione della Cassazione, con la sentenza n. 21939 del 21 settembre 2017, che ha ricordato come "le tabelle di risarcimento servono alla riparazione delle conseguenze ordinarie, cioè inerenti ai pregiudizi che qualunque vittima di lesioni analoghe normalmente subirebbe".

Il problema è che a livello teorico la differenza è anche semplice, poi le cose si complicano quando si tratta di mettere in pratica.

Anyway, su Diritto e Giustizia il testo integrale, con mio commento.