"Non hai veramente capito qualcosa fino a quando non sei in grado di spiegarlo a tua nonna"

Albert Einstein

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novità via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

Webmail
Tel +39 045 21030899
Fax +39 045 21090404
Skype: RenatoSavoia

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: BZ7017152F

ENGLISH SPEAKING




Domanda nuova o domanda modificata? Si guardi al carattere ampliativo del thema decidendum

Materia: Cassazione - Fonte: Diri - 16.12.2017
Condividi su Facebook

Abstract: Ordinanza n. 29619/17, della Sesta Sezione Civile della Cassazione - depositata l’11 dicembre.



La richiesta di applicazione della clausola contrattuale che prevede il criterio convenzionale di rivalutazione del capitale garantito non è diversa dalla domanda di condanna all'adempimento del contratto ex art.1453 c.c. formulata con la domanda monitoria: in entrambi i casi, infatti, rimane ferma l'originaria pretesa di pagamento del capitale garantito, a seguito dell'esercizio del diritto di riscatto esercitato da parte dell'assicurato.

 

Così ha deciso la Sesta Sezione della Cassazione Civile, con l’ordinanza n. 29619/17, depositata l’11 dicembre.

 

Mio commento e testo integrale dell'ordinanza su Diritto e Giustizia.