"Gli avvocati sono come i meccanici, li paghi per risolvere problemi"

Franklin Reinhardt, The Undoing

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novità via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

WhatsApp

Tel +39 045 21030899
Webmail
Fax +39 045 21090404

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: A4000051165-LB

ENGLISH SPEAKING




Atto di accettazione della donazione non notificato al donante: è valida la donazione?

Materia: Sentenze - Fonte: Seac - 25.03.2022
Condividi su Facebook

Abstract: Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 9476/22



Venne donato un immobile ad un ente religioso, che accettò la donazione con atto pubblico a distanza di 3 anni, senza peraltro notificare l'accettazione al donante.
L'erede del donante ha chiesto indietro l'immobile all'ente, che si è opposto.
Ma la donazione era valida o no?
Le formalità prescritte dall'art 782, 2° comma, del codice civile ("L'accettazione può essere fatta nell'atto stesso [di donazione n.d.s.] o con atto pubblico posteriore. In questo caso la donazione non è perfetta se non dal momento in cui l'atto di accettazione è notificato al donante") possono essere superate da atti equipollenti?
A queste domande ha risposto la sentenza della Cassazione n. 9476 del 22/03/2022, al link con mio commento

 

SENTENZA E COMMENTO