"Non hai veramente capito qualcosa fino a quando non sei in grado di spiegarlo a tua nonna"

Albert Einstein

Preventivi

Newsletter

Ricevi le novità via email:
(info e privacy)

Argomenti:

Cerca:




Recapiti

Avv. Renato Savoia
Via Diaz 11
37121 Verona

NON SI EFFETTUANO CONSULENZE GRATUITE

WhatsApp

Tel +39 045 21030899
Webmail
Fax +39 045 21090404

C.F.: SVARNT75A06L781I
P.IVA: 03826270237

Polizza professionale
LLOYD'S: A4000051165-LB

ENGLISH SPEAKING




Cartella di pagamento per spese di giustizia relative a provvedimenti del giudice penale: chi decide sull’opposizione?

Materia: Cassazione - Fonte: Diritto e Giustizia - 27.07.2022
Condividi su Facebook

Abstract: Commento alla sentenza n. 23297/22



In tema di opposizione a cartelle di pagamento per spese di giustizia, cui siano sottesi provvedimenti adottati dal giudice penale, la contestazione con cui l'opponente lamenti l'indeterminatezza della pretesa erariale per mancanza di corrispondenza tra le spese indicate in cartella e quelle liquidate nel processo penale costituisce opposizione all'esecuzione ex art. 615 c.p.c., riservata alla cognizione del giudice civile, trattandosi di questione è logicamente precedente rispetto a quella concernente la definizione del perimetro di applicabilità della condanna, invece devoluta alla cognizione del giudice dell'esecuzione penale.

Questo è il il tema della vicenda decisa dalla Terza Sezione della Cassazione Civile, nella sentenza 26 luglio 2022, n. 23297

Per esteso: rimando al mio commento scritto per Diritto e Giustizia.